• Chiama al 329 802 6324
  • info@fisioterapia-teramo.it
  • Dove siamo

Home

Come Curare l'artrosi al ginocchio a Teramo

Home Patologie Artrosi al ginocchio

Artrosi al Ginocchio

Spesso questa malattia degenerativa si presenta in età avanzata, a seguito dell’usura della cartilagine articolare dovuta a sovraccarico. In realtà è una malattia che se diagnosticata per tempo, anche se non è curabile, può essere ritardata nella forma invalidante che tutti conosciamo. Se ad esempio i primi movimenti che fate dopo esser stati seduti o distesi a lungo sono dolorosi e se il dolore diminuisce dopo poco tempo, potrebbe essere un segnale importante da non sottovalutare. Con l’avanzare della malattia, i dolori al ginocchio si acuiscono e limitano la mobilità del soggetto nella vita quotidiana.
Allenarsi e proteggere le ginocchia sono, per esempio, buone pratiche : allenarsi serve a rinforzare la muscolatura e indossare un tutore aiuta a scaricare la tensione e stabilizzare il ginocchio.

Cause

L'artrosi è una malattia dovuta all'eccessivo e prematuro consumo dello strato di cartilagine che avvolge le ossa del ginocchio: nello specifico la cartilagine fa sì che il femore e la tibia non sfreghino direttamente l’uno con l’altro. Una cartilagine in buono stato svolge dunque una funzione protettiva e ammortizzante. Nel corso della vita è normale che la cartilagine si usuri a causa dei naturali processi di invecchiamento. In presenza di una malattia come l'Artrosi però l’usura può essere particolarmente accentuata. Il sovraccarico, dovuto ad esempio a lavori usuranti, a sport agonistici o ad una condizione di sovrappeso, è una delle possibili cause. Anche un carico erroneo, dovuto a sequenze sbagliate di movimenti durante lo sport o ad un posizionamento sbagliato delle articolazioni (come gambe a X o a O), può determinare un’usura della cartilagine. L’artrosi del ginocchio può però anche essere dovuta a lesioni articolari e fratture ossee. Oppure potrebbe dipendere dalla gotta, in tal caso i cristalli di acido urico depositandosi nelle articolazioni danneggiano il tessuto cartilagineo.

Sintomi

Per lungo tempo l’artrosi può presentarsi senza alcun tipo di dolore e passare quindi inosservata. Il primo sintomo dell’artrosi del ginocchio si manifesta con dolori al ginocchio che si verificano dopo lunghi periodi di riposo. L'esempio comune che ci viene chiesto come patologia è quando, ad esempio, dopo essere rimasti a lungo seduti o distesi, i primi passi risultano rigidi e solo dopo qualche passo o qualche minuto di attività i dolori diminuiscono. O capita talvolta, muovendo l’articolazione del ginocchio, che si sentano rumori simili a scricchiolii. Con l’avanzare della malattia, i dolori aumentano progressivamente e si presentano più spesso. I dolori alle ginocchia vengono particolarmente percepiti sotto sforzo, durante l’attività sportiva o nel salire le scale. In uno stadio successivo il dolore alle ginocchia è presente anche durante semplici movimenti quotidiani o a riposo. Il ginocchio si piega in misura inferiore ed in un secondo momento non risulta più possibile distenderlo. Con l’aumentare dell’usura della cartilagine, la mobilità dell’articolazione del ginocchio si riduce sempre di più, fino a creare un totale irrigidimento. Quando i danni alla cartilagine sono ingenti e le ossa creano sfregamento l'una con l'altra iniziano processi infiammatori intrarticolari. In caso di artrosi avanzata del ginocchio, l'articolazione del ginocchio diventa instabile e può cedere improvvisamente. Al comparire del dolore molti tendono intuitivamente a ridurre il carico sul ginocchio ma il mancato movimento comporta una minore circolazione sanguigna e quindi un danno più ingente.

Diagnosi

In caso di dolore al ginocchio prolungato o costante, è necessario consultare un medico. Una diagnosi affidabile può essere effettuata avvalendosi di radiografie delle parti doloranti. In caso di artrosi, in tali punti è visibile un’usura cartilaginea avanzata, data la rima articolare ridotta. Casi leggeri di usura sono invece difficilmente visibili in radiografia. In questi casi, i medici effettuano solitamente anche una tomografia assiale computerizzata (TAC) o una risonanza magnetica tomografica (RMT).

Terapia

In pazienti che presentano dolori e rigidità muscolari, nel momento seguente al risveglio, mentre si fanno i primi passi probabilmente a seguito degli accertamenti e della visita con l'ortopedico si troveranno con una diagnosi di artrosi. In un primo momento il trattamento della patologia mira a rallentare il decorso della patologia perchè i danni alla cartilagine sono purtroppo irreversibili.
La terapia farmacologica, indicata da un medico, ha l'obiettivo di combattere i processi infiammatori e di ridurre i dolori ma al fine di rallentare il decorso della patologia si deve seguire una terapia conservativa. La terapia per rallentare il decorso dell'artrosi prevede azioni su più fronti.
Il primo passo è quello di adottare uno stile di vita sano e volto al movimento a impatto ridotto sulle articolazioni, seguire una alimentazione corretta con il fine di ottenere perdita di peso. L'intervento tempestivo di un fisioterapista nela prima fase della malattia, è molto importante per le strategie di conservazione della cartilagine. Nel nostro studio potete essere consigliati, aiutati ed educati attraverso indicazioni sui movimenti di tutti i giorni o con esercizi di ginnastica funzionale a rinforzare la muscolatura e le articolazioni con trazioni o scivolamenti.
In aiuto alla terapia farmacologiace o in sostituzione dei medicinali è possibile sottoporre il ginocchio con artrosi a:
- Laser terapia, Ultrasuoni, Tecar e Ionoforesi per il trattamento dell'infiammazione
- Massaggi per il trattamento muscolare e articolare.

Quando lo stato della malattia è già avanzato in studio o presso la vostra abitazione possiamo intervenire con la ginnastica riabilitativa
L'utilizzo di tutori che sostengono la muscolatura e scaricano l'articolazione sono consigliati a tutti i pazienti di qualsiasi età che si trovano con una diagnosi di artosi.